Sabato 26 marzo, ore 21.00. Siamo chiamati ad intervenire in zona Campenave per la ricerca di un escursionista in mountain bike che ha smarrito il sentiero corretto.
Non conosce bene la zona, non ha una cartina topografica, la nebbia prima e il buio poi, sono i fattori che hanno fatto si che perdesse il sentiero corretto e poi esaurisse le proprie energie nel tentativo di ritrovarlo.
L’escursionista è in costante contatto telefonico con i tecnici del CNSAS e con i Vigili del Fuoco. Il suo telefono è sprovvisto di connessione internet e non è quindi possibile ricorrere all’SMS locator, ma grazie alle sue indicazioni viene raggiunto verso le 23.00 e riaccompagnato alla strada, dove un nostro sanitario si accerta delle sue buone codizioni di salute.
Dopo un caffè gentilmente offerto dagli abitanti del posto, portiamo in automobile l’escursionista a casa sua.
Grazie ai soccorsi, solo un grosso spavento e molto freddo, ma con un po’ di coscienza in più queste situazioni si possono prevenire (programmazione, cartina topografica, acqua e cibo, conoscenza dei propri limiti).
Un invito a tutti gli escursionisti alla prevenzione!